(RE)think
dance.

NID New Italian Dance Platform
Reggio Emilia 10-13 October 2019

NID Platform

Annotazioni per un Faust/Evocazioni – Open Studios

Fonderia - Via della Costituzione 39, Reggio Emilia - venerdì 11 ottobre e sabato 12 ottobre, dalle ore 9.45

Durata: 20 minui

Coreografia di: Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli – Natiscalzi DT

Interpreti:
Altri crediti:

(Cast e crediti preliminari)
Con Samuele Arisci, Marco Bissoli, Ludovica Messina, Laura Lorenzi, Claudia Rossi Valli, Musiche originali: di Giorgio Mirto, Disegno luci: di Andrea Gentili, Costumi: Natiscalzi DT, Partner/Coproduttori/Residenze: Anghiari DanceHub, Teatro Cilea di Reggio Calabria Compagnia Scena Nuda, Teatro di Terranova Bracciolini compagnia Kanterstrasse e Festival Diffusioni, Teatro la Cartiera di Rovereto Compagnia Abbondanza/ Bertoni, Festival OrienteOccidente di Rovereto, Archivio dei Diari di Pieve Santo Stefano, Tendance Festival Latina, Festival dei miti contemporanei Reggio Calabria.

Spettacolo

Annotazioni per un Faust / Evocazioni é un processo creativo che, a partire dall’opera di Goethe e dalle successive visioni di Mann e Pessoa attorno alla figura del Faust, vuole creare una propria visione, ispirata alla tematica del Sabbah e dell’Evocazione. Faust è simbolo di crisi e rivoluzione del sé, è plurale e fatto della pluralità della società contemporanea, bulimica di segni e simboli, è la molteplicità descritta da Calvino nelle “Lezioni Americane”. Il progetto Evocazioni vuole creare relazione. Attraverso il confronto con l’Archivio dei Diari comprende l’importanza di ritrovare le storie di persone del passato. Nella danza sabbatica del suo Faust vuole evocare storie, persone e memorie per mettere in dialogo le minoranze della comunità con il resto della stessa. Attraverso la ricerca di storie mira a collegare vecchie e nuove generazioni. Mediante la messa in scena desidera unire il linguaggio della danza di ricerca con lo storytelling, il tutto in un’atmosfera onirica. 

Il progetto è iniziato nel novembre 2017 in residenza ad Anghiari DanceHub, si è sviluppato poi attraverso diverse residenze al Teatro di Terranova Bracciolini (Kanterstrasse), al Teatro Cilea di Reggio Calabria (Compagnia Scena Nuda) e alla Teatro la cartiera di Rovereto (Compagnia Abbondanza/ Bertoni), dove ha avuto luogo una prima presentazione della partitura coreografica in una prova aperta al pubblico all’interno del Festival OrienteOccidente di Rovereto. Tornerà a novembre 2019 in residenza al Teatro Cilea di Reggio Calabria (Scena Nuda) e alla Cartiera di Rovereto. Si è alla ricerca di ulteriori partner in vista del debutto nel 2020.

Coreografo

Natiscalzi DT è l'organica risultante dal percorso creativo condiviso tra Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli. Una collaborazione iniziata nel 2012 e portata avanti con successo negli anni; un periodo necessario che ha fatto maturare un linguaggio condiviso e comuni intenti tra i due artisti, che uniscono sotto un unico nome l'intento creativo di tendere verso la bellezza, che passa dalla poesia all'ironia; che mantiene occhi vigili sulla vita, per coglierne le sfaccettature sublimi, crude, tragiche, leggere, rocambolesche e mirabolanti. Nel 2014 Claudia e Tommaso firmano insieme “Mary's Bath”, spettacolo vincitore del premio della critica del Palio Poetico ErmoColle 2015, e menzione speciale Premio Sonia Bonacina 2016; co-prodotto da Compagnia Abbondanza/Bertoni. Le Attività di Natiscalzi DT sono sostenute tramite residenze da: Lavanderia a Vapore, Scenario Pubblico, Scena Nuda, Anghiari Dance Hub, CID Cantieri, Teatri di Vita, Residenze IDRA, Stalker teatro.

Compagnia

Compagnia Abbondanza/Bertoni. Dall’esperienza newyorkese nella scuola di Alwin Nikolais agli studi francesi con Dominique Dupuy, attraverso le improvvisazioni “poetiche” di Carolyn Carlson, lo studio e la pratica dello zen, Michele Abbondanza (co-fondatore del gruppo Sosta Palmizi e docente alla Scuola di Teatro del Piccolo di Milano) e Antonella Bertoni fondano la Compagnia Abbondanza/Bertoni, riconosciuta come una delle realtà artistiche più prolifiche del panorama italiano per le loro creazioni, per l'attività formativa e pedagogica e per la diffusione del teatro danza contemporaneo.

Condividi