(RE)think
dance.

NID New Italian Dance Platform
Reggio Emilia 10-13 October 2019

NID Platform

Home – Open Studios

Fonderia - Via della Costituzione 39, Reggio Emilia - venerdì 11 ottobre e sabato 12 ottobre, dalle ore 9.45

Durata: 20 minuti

Coreografia di: Daniele Albanese (Stalker)

Interpreti:
Altri crediti:

(Cast e crediti preliminari)
Concept e performance: Daniele Albanese, Assistente alla creazione della partitura coreografica: Yele Canali, Sound design: Luca Nasciuti , Light Design: Alessio Guerra, Partitura video a cura di: Salvatore Insana, Set e fotografia: Jacopo Emiliani, Artistic counselling: Silvia Albanese
Partner/coproduttori/Residenze: Masque Teatro Forlì, C.u.r.a. indisciplinarte Terni, CID Rovereto, Festival Exister/ Dancehaus più Milano, Bari International Gender Film Festival

Spettacolo

Home nasce dall’esigenza di un ritorno a casa, alle origini di un linguaggio, e dalle conseguenti domande che questa necessità apre. Confrontarci con l’idea di casa ci mette in contatto con scenari e immaginari che riguardano l’identità liquida, multiforme e trasformista. Con immagini di guerra, di fuga dai propri territori di origine – per necessità o per volontà – alla ricerca di un luogo sconosciuto. Con la ricerca di un luogo sicuro e accogliente, di un’appartenenza. Il lavoro si nutre di domande e intende creare un ambiente che rechi al suo interno tracce di elementi contrastanti, al fine di generare domande anche nello spettatore. 

Home è un ambiente liquido, primordiale: lo sguardo si rivolge alla natura, alle piante, alle radici reali e metaforiche, da qui deriva l’idea di utilizzare archivi sonori privati rielaborati. Casa è anche un’utopia, è un ambiente che porta con sé una dimensione perturbante, come gli interni di M. Haneke. 

Tra luglio e ottobre 2019, il progetto si è sviluppato a Masque Teatro, Forlì , C.u.r.a. indisciplinarte, Terni e CID, Rovereto. La creazione sarà definita e messa a punto nel 2020.

Coreografo

Dopo essersi formato come ginnasta e ballerino classico, Daniele Albanese studia presso l'EDDC di Arnhem in Olanda (Hogheschool voor de kunsten,ora Artez), conseguendo un BA presso la Facoltà Teatro. Studia con i grandi maestri legati al postmodernismo americano tra i quali Steve Paxton, Eva Karkzag, Lisa Kraus, K.J. Holmes, Benoit Lachambre. Lavora come interprete con Peter Pleyer, Tony Thatcher, Company Blu, Martin Butler, Mawson-Raffalt + Falulder-Mawson, Jennifer Lacey, Virgilio Sieni, Nigel Charnock, Karine Ponties, Enzo Cosimi.
Nel 2002 fonda la propria compagnia STALKER_Daniele Albanese con lo scopo di indagare la danza come linguaggio. Collabora come assistente artistico nella creazione di Benoit Lachambre Snakeskins nella quale è anche danzatore e performer.
La sua ultima creazione VON ha debuttato al Festival Les Hivernales/2017 – Avignon ed ha visto la prima nazionale in Italia al Torinodanza Festival /2017.

Compagnia

gruppo nanou nasce a Ravenna nel 2004 come luogo di incontro dei diversi linguaggi e sensibilità che caratterizzano la ricerca artistica di Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci e Roberto Rettura. Le produzioni hanno attraversato piazze importanti quali: Fabbrica Europa (Italia), Santarcangelo Festival of The Arts (Italia), Teatro Comunale di Ferrara (Italia), Drodesera (Italia), Les Brigittines (Belgio), Unidram (Germania), Nu Dance Fest (Slovenia). Nel 2017 la compagnia incontra Daniele Torcellini, docente di cromatologia per le accademie di Verona e Genova e co-curatore per la Biennale Mosaico di Ravenna. Con i suoi studi sulla percezione del colore e del disorientamento, che è in grado di generare tramite luci a LED RGB, l'azienda aumenta il suo lavoro nel campo delle arti visive e della ricerca visiva contemporanea.

Condividi