(RE)think
dance.

NID New Italian Dance Platform
Reggio Emilia 10-13 October 2019

NID Platform

Les Miserables – Open Studios

Fonderia - Via della Costituzione 39, Reggio Emilia - venerdì 11 ottobre e sabato 12 ottobre, dalle ore 9.45

Durata: 20 minuti

Coreografia di: Carlo Massari

Interpreti:
Altri crediti:

(Cast e crediti preliminari)
Cast: in via di definizione, Partner/Coproduttori/Residenze: Co-produzione: C&C, Triangolo Scaleno Teatro, Con la collaborazione di: Festival Danza in Rete, Lavanderia a Vapore, Prima apertura pubblica del primo studio: Kilowatt Festival 2019, Residenze: Lavanderia a vapore (TO), AFI Residenze Habitat (BO), Supercinema Tuscania (VT), Teatro India (RM), Apertura secondo studio a Festival Teatri Di Vetro.

Spettacolo

“Qu’est-ce qu’un homme révolté? Un homme qui dit non”. (A.Camus)

Nella domanda “cosa ci sta accadendo intorno?” sta la genesi di questa creazione: un approfondimento sull’attualità internazionale e sulla ricerca di connessioni tra le forme di protesta presenti – raramente fondate sull’idea di evoluzione e rivoluzione umana – e la storica visione illuminista (illuminata), che mette Cultura e Arte al centro del cambiamento. Ma, come citato nei principi Marxisti, i corsi e ricorsi storici insegnano che a una Rivoluzione seguirà una Restaurazione, nella maggior parte dei casi proprio a cura degli stessi ex-rivoluzionari; l’indissolubile rapporto uomo-potere ci riporta, nostro malgrado, al punto di partenza. Cardine del lavoro fisico è la rielaborazione in chiave contemporanea di “Danze Barocche da Corte” e il contrasto tra la loro morbidezza e le sequenze violente e altamente ritmiche. 

L’impianto fisico e quello sonoro dialogano dal vivo su partiture contemporanee per voce e clavicembalo elettronico. Come di consueto, C&C Company indaga tematiche sociali contemporanee e ricerca un linguaggio anfibio di forte impatto, che inviti lo spettatore alla riflessione, grazie a un forte livello drammaturgico e strutturale a sostegno dell’opera. 

Il lavoro è parte del progetto di ricerca Beast Without Beauty, ha preso avvio con una residenza creativa alla Lavanderia a Vapore a marzo 2019, poi AFI Residenze Habitat (BO) e l’apertura di un primo studio in occasione di Kilowatt Festival. A novembre 2019 sarà in residenza a Supercinema Tuscania (VT) e presenterà un secondo studio al festival Teatri di Vetro a dicembre 2019. Le residenze e il debutto nel 2020 sono in via di definizione.

Coreografo

Artista eclettico, multidisciplinare, eternamente alla ricerca di nuovi linguaggi, Carlo Massari ha cominciato giovanissimo i percorsi di formazione in danza, pattinaggio, ginnastica artistica, arti marziali, pianoforte, canto e teatro.
Nel 2000 ha iniziato il suo percorso professionale all’interno del Teatro dell’Argine.
Seguono le collaborazioni nazionali con il Teatro delle Moline, Teatro della Limonaia, OTE, Biennale di Venezia, Centro Nazionale Teatrale, Ramm, Bauci Teatro.
L’esigenza di parlare attraverso un linguaggio fisico lo ha portato a formarsi presso il Theatre de l’Ange Fou (UK) e Teatro Due, dove incontra anche il lavoro di Malù Eridau (Cie.P.Bausch) e Michela Lucenti (Cie.Balletto Civile).
Diverse le esperienze: dal Musical e Opera con Teatro Comunale di Bologna, Lucio Dalla, Compagnia della Rancia, Mauro Montalbetti e Marco Baliani, al teatro fisico di Balletto Civile, Abbondanza Bertoni, Petri Dish (B).
Dal 2011 è cofondatore della compagnia anfibia di ricerca e creazione C&C.

Compagnia

C&C Company è nata dall’unione tra Carlo Massari e Chiara Taviani, performer dalla formazione eclettica, nell’ultimo decennio sui palcoscenici internazionali come interpreti e creatori di diverse compagnie. L’esordio del primo lavoro nel 2011: Corpo e Cultura ha evidenziato da subito una forte vocazione della Compagnia alla ricerca di un linguaggio fisico necessario, fortemente drammaturgico, in stretta relazione con tematiche sociali contemporanee. Seguono i debutti internazionali di: “Maria Addolorata”, “Tristissimo” (AnticorpiXL), “012”, “Peurbleue”, “Don’t Be Afraid”, “A Peso Morto”, “Beast Without Beauty”. Le stesse hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti, tra i quali: “1°” Hiver Oclytes/Les Hivernales (F), “2°” Hannover International Choreographers Competition (D), “2°” Zawirowania Competition (PL), “Premio del Pubblico” Konzert Theater Berne (CH), “Finalista” Machol Shalem Dance Competition (I), “Menzione Speciale” Premio Roma Danza (IT), “2°” Corto in Danza (IT), Premio Palco Aperto (IT), “1°” E “Premio del Pubblico” CrashTest, “1°” Premio Twain.
In questi anni, parallelamente all’attività di produzione, hanno preso vita progetti performativi a partecipazione pubblica: ContaminAzioni, SpringRoll (RomaEuropa ’16), Femminile Plurale. Attualmente la Compagnia è impegnata nello sviluppo dell’estesa ricerca “Beast Without Beauty”, che vede al su interno l’alternanza di progetti sociali e co-produzioni Internazionali.
Dal 2017 la direzione artistica della Compagnia è affidata a Carlo Massari.

Condividi