(RE)think
dance.

NID New Italian Dance Platform
Reggio Emilia 10-13 October 2019

NID Platform

Seeking Unicorns

Spazio U30 Cinque - Piazza Scapinelli 1, Reggio Emilia - giovedì 10 ottobre, ore 19.10 e venerdì 11 ottobre, ore 11.00

Durata: 35 minuti

Coreografia di: Chiara Bersani

Interpreti:

Chiara Bersani

Altri crediti:

Ideazione, creazione e azione: Chiara Bersani, Musiche: Fra De Isabella, Disegno Luci: Valeria Foti, Direttore Tecnico: Paolo Tizianel, Consulenza Drammaturgica: Luca Poncetta, Coach: Marta Ciappina, Mentoring: Alessandro Sciarroni, Occhio Esterno: Marco D’Agostin, Video: Alice Brazzit, Organizzatrice di Produzione: Eleonora Cavallo, Cura e Promozione: Giulia Traversi, Consulenza Amministrativa: Chiara Fava

Spettacolo

Dell’Unicorno non si sa nulla. Le sue radici si sono perse nel susseguirsi di generazioni d’esseri umani distratti. L’Unicorno, creatura senza patria e senza storia, è stato usato e abusato dall’essere umano e privato del diritto di parola. Chiara Bersani desidera risarcirlo dei torti subiti. Regalargli una storia, un amore, una scelta. Accogliere il suo smarrimento attraverso un’idea di corpo politico, corpo che risponde alla sua funzione sociale nel momento stesso in cui sceglie di immergersi nella società, imponendo agli altri di essere visto.

DICHIARAZIONE D’INTENTI PER LA COSTRUZIONE DI UN UNICORNO 

“Io, Chiara Bersani, alta 98 cm, mi autoproclamo carne, muscoli e ossa dell’Unicorno. Non conoscendo il suo cuore proverò a dargli il mio il respiro, miei gli occhi. Di lui raccoglierò l’immagine, ne farò un costume destinato a diventare prima armatura poi pelle. Nel dialogo tra la mia forma che agisce e la sua che veste, scopriremo i nostri movimenti, i baci, i saluti, gli sbadigli. Io, Chiara Bersani, 32 anni, mi assumo la responsabilità di accogliere il suo smarrimento centenario. Dichiaro di essere pronta a donare fiato alle domande universali che l’hanno attraversato: “Perché esisto?” “Da dove vengo?” “Se domani mattina mi trovaste nel vostro giardino, cosa pensereste?” “Sono buono o cattivo?” “Credo in dio o sono io Dio?” e ancora “Dov’è il mio amore?” “Chi l’ha ucciso?” “Perché, ora che ho raggiunto il punto più umiliante della mia vecchiaia diventando solo un cavallo cornuto a cui escono arcobaleni dal sedere, non posso scegliere di morire?”

Seeking Unicorns è la versione del lavoro pensata per spazi non teatrali: spazi vuoti, pieni, silenti, affollati. Spazi la cui luce e la cui storia chiedono di essere ascoltate e abitate. Spazi in cui l’Unicorno prova a ritrovarsi in forma nuova, in cui spogliandosi dei propri abiti migliori rinuncia alle favole del teatro per iniziare un viaggio di occhi e respiri destinato ad essere diverso per ogni pubblico.” 

Coreografo

Chiara Bersani (classe 1984) è un’artista italiana attiva negli ambiti delle arti visive e performative, lavora prevalentemente nel campo della ricerca teatrale con contaminazioni provenienti dalla danza contemporanea e dalla Performing Art. In qualità di attrice/performer ha collaborato con importanti realtà della scena contemporanea europea tra cui Lenz Rifrazioni (IT), Alessandro Sciarroni/Corpoceleste_C.C.00 (IT), La Tristura (E), Rodrigo Garcia (E), Jérôme Bel (FR), Babilonia Teatri (IT), Marco D'Agostin. Affetta da una forma medio-grave di Osteogenesi Imperfetta si interessa al significato politico dei corpi, avviando un progetto di ricerca articolato in tre esperimenti performativi: “Tell Me More”, “Miracle Blade”, “Goodnight, Peeping Tom”. Attualmente sta lavorando al suo primo assolo “Gentle Unicorn” ed è tra le borsiste della Scuola di Alta Formazione in Sceneggiatura per il Cinema diretta dal regista Marco Bellocchio. Nel 2019 riceve il prestigioso premio Ubu come migliore performer under 35.

Compagnia

Corpoceleste_C.C.00# nasce nel 2008 da una visione di Alessandro Sciarroni e Chiara Bersani. Dopo un lungo percorso formativo e professionale all’interno della compagnia teatrale Lenz Rifrazioni (Parma), i due artisti hanno deciso di abbandonare la compagnia emiliana unendosi nella ricerca di una loro identità autoriale. Corpoceleste_C.C.00# debutta sulla scena internazionale con Your Girl, opera prima di Alessandro Sciarroni, nata dalla collaborazione con Chiara Bersani e con il performer Matteo Ramponi. La performance si è affermata subito sulla scena arrivando finalista al Premio Internazionale della Performance (Centrale Fies, Dro) e imponendosi in breve tempo all’attenzione della scena europea di danza contemporanea. Non si tratta di una compagnia o di un collettivo, ma di uno spazio comune e indipendente all’interno del quale i due artisti hanno costruito negli anni una rete di relazioni e collaborazioni condivisa. La creazione artistica è vissuta come un processo collettivo, all’interno del quale ogni soggetto coinvolto mette a disposizione le proprie competenze al fine di donare corpo alle visioni dell’autore. Così Bersani e Sciarroni diventano autori e sostegno l’uno per la ricerca dell’altro, i collaboratori scivolano tra le visioni dei due artisti permettendo al materiale e alle riflessioni di circolare liberamente. Corpoceleste_C.C.00# diviene fucina creativa in cui non solo si sperimentano nuovi linguaggi, ma anche nuove modalità di dialogo e creazione tra artisti, manager, curatori e organizzatori.
Tra le opere più importanti create all'interno di Corpoceleste_C.C.00 # ci sono “Chroma” (2017), “Folk-s” (2012), “Goodnight, peeping Tom” (2016) e “Gentle Unicorn” (2018).

Condividi